Biografia

Nasco ad Aosta, da padre chirurgo che sin da subito mi trasmette la sua passione per la Scienza e la Salute, mentre in famiglia il cibo è sempre stato il filo conduttore tra tradizione e prevenzione. Decido così di laurearmi in Farmacia, amo la precisione ragion per cui il laboratorio galenico diventa la mia seconda casa. Così, nel destreggiarmi tra capsule e sciroppi, mi sorge spontaneo chiedermi se una visione d’insieme del paziente, che ne promuova un cambiamento dello stile di vita piuttosto che un approccio esclusivamente farmacologico, non permetta di conseguire risultati maggiori. Intraprendo perciò un corso di studi che mi porta a laurearmi in Scienze della Nutrizione Umana. Dalle mie convinzioni nasce il titolo della tesi “La Sindrome Metabolica: il fenotipo clinico del XXI Secolo”, cioè un approccio multidisciplinare ed integrato per capire la motivazione del raggruppamento in singoli pazienti di condizioni metaboliche in apparenza non correlate tra loro.

Gli anni trascorsi dietro al banco della farmacia mi hanno condotto a chiedermi se una popolazione più sana come obiettivo di una medicina preventiva possa ridurre anche i costi della spesa sanitaria. Con queste basi mi sono proposta di raggiungere un traguardo: insegnare al mio paziente a mangiare bene, saper scegliere i prodotti giusti ed imparare a destreggiarsi tra gli scaffali dei supermercati dove la pubblicità imperversa e spesso guida le nostre scelte. Perché nella maggior parte dei casi l’intento di chi si rivolge ad un nutrizionista è quello di dimagrire ma ci si dimentica troppo in fretta di ciò che già gli antichi sapevano: “Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo”.

No Comments Found